Giovedì, Settembre 21, 2017

fondo spese condominio

Oggi andremo ad analizzare una delle novità della riforma del condominio (L. 220/2012)

Cercheremo di capire come funziona questo fondo speciale e chi è incaricato di costituirlo e gestirlo.

 

 

IL CASO:

Innanzitutto andiamo a richiamare l'art.1135 nel suo 4¬į comma, che recita:

 

4) alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all'ammontare dei lavori..

 

Questo comma è una delle novità introdotte dal legislatore. Ed è volto a tutelare non solo i condomini ma anche le ditte appaltatrici.

Lo scopo è quello di garantire al condominio la liquidità necessaria per far fronte alle spese straordinarie e alla ditta di esser pagata regolarmente.

La stessa norma ci indica su chi ricade l'onere di costituire il fondo:

 

L'art.1135 è rubricato: Attribuzioni dell’assemblea dei condomini

 

Quindi spetterà all'assemblea determinare l'opera straordinaria o l'innovazione necessaria per la costituzione del fondo. 

 

ANALISI:

 

Il primo problema che può porsi è quello di determinare l'ammontare di questo fondo. La stessa norma ci dice che dev'essere di pari importo all'opera necessaria.

Se questo però non crea problemi per interventi di minor costo, può crearne per quelli di maggior onere.

La legge di per sè indica l'obbligo di costituzione di un fondo pari e questo porta a chiedersi se debba interpretarsi in maniera rigida o meno.

 

ES: Innovazione da 1 milione di euro.

 

Ovviamente raggiungere questa quota sarebbe impensabile oltre a tutto il tempo necessario per raccogliere questa somma.

Un modo per aggirare l'ostacolo potrebbe essere quello di agganciare la riscossione delle somme ai SAL:

 

I SAL sono gli stati di avanzamento lavori. Le opere vengono suddivise a stati di realizzazione di opere a cui vengono agganciati i relativi pagamenti frazionati dell'opera.

 

Altra metodologia potrebbe essere quella frazionare l'importo e suddividere la riscossione in pi√Ļ annualit√†. In questo caso per√≤ sorge un problema cio√® quello riguardante la contabilit√†.

 

L'assemblea può deliberare sulle spese annuali in riferimento all'esercizio finanziario che è annuale

 

In questo caso dunque il frazionamento sarà approvabile dall'assemblea in maniera indicativa, ricordando che l'assemblea può sempre deliberare nuovamente su precedenti delibere, e la quota ripartita sarà approvata in riferimento all'anno di gestione in corso.

 

 

CONCLUSIONE:

 

Questo significa che l'assemblea proprio perchè la gestione finanziaria non può andare oltre l'annualità non potrà disporre per il futuro ma solo per l'anno in corso.

 

Es: Innovazione da 1 milione di euro. Delibera di frazionamento in 10 annualità da 100 mila euro ciascuna. L'assemblea voterà per questo piano di raccolta da destinare al fondo con una sua specifica destinazione (es: riqualificazione energetica dell'edificio). Ma l'approvazione della spesa da ripartire non potrà andare oltre i 100mila euro, riferiti all'esercizio finanziario in corso.

 

La decisione presa dall'assemblea dunque non vincolerà gli anni finanziari successivi e quindi l'anno dopo l'assemblea potrà chiedere di aumentare o ridurre l'importo approvando la relativa ripartizione o addirittura bloccare la raccolta.

Ultima questione che mi preme ricordare è che qualora non sia identificata nè la spesa nè l'intervento da dover sostenere con il fondo, sarà pur sempre possibile costituire questo fondo "generico" ma per la sua approvazione sarà necessaria l'unanimità.

 

 

Hai trovato utile questa consulenza? Sostieni la nostra attività con una libera donazione! :)
(clicca su immagine sottostante)

 

 

 

 

Comments:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Le ultime sentenze sul condominio

  • Quali volumi edilizi non possono ritenersi ‚Äútecnici‚ÄĚ ‚ą®
  • Differenza fra ‚Äúpergolato‚ÄĚ e ‚Äútettoia‚ÄĚ ‚ą®
  • Preliminare e provvigione agente immobiliare ‚ą®
  • Per la Cassazione gridare di notte √® reato ‚ą®

N. 00357/2015REG.PROV.COLL.

N. 04109/2006 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

N. 00825/2015REG.PROV.COLL.

N. 05739/2013 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

Civile Sent. Sez. 3 Num. 923 Anno 2017 Presidente: SPIRITO ANGELO Relatore: VINCENTI ENZO Data pubblicazione: 17/01/2017

SENTENZA

sul ricorso 18090-2011 proposto da: CARDINALE CLAUDIA ( Omissis

… Read More

Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 26 ottobre 2016 ‚Äď 14 febbraio 2017, n. 6882 Presidente Carcano ‚Äď Relatore Rosi Ritenuto in fatto 1. Con sentenza del

… Read More

Circuito pubblicitario Studio Fiasconaro

Betting site http://pbetting.co.uk more info for Paddy Power Offers

Il sito Studio Fiasconaro utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine. Per avere maggiori informazioni clicca sul link "privacy policy". Cliccando su "Agree" si accettano i cookie ed il messaggio non comparir√† pi√Ļ. Cordiali saluti. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information