Giovedì, Settembre 21, 2017

debiti condominio

 

Uno dei problemi più importanti per l'economia condominiale è la riscossione dei debiti condominiali che sorgono in capo ai singoli condomini.

Su di essi vige sempre la scure della prescrizione, quindi andremo a vedere come li regola e come fare per non perdere i soldi spettanti al condominio.

 

 

Come ogni piccola o grande economia, il condominio vive dei versamenti fatti dai condomini per il pagamento di servizi, dipendenti e lavori.

Senza la regolare contribuzione dei condomini, l'edificio non potrebbe auto-sostenersi, portando di fatto a situazioni in cui gli impianti comuni non funzionano o il palazzo per cattiva o assente manutenzione cade in rovina.

Scopo dell'Amministratore è dunque quello di evitare che ciò accada e a tal riguardo la legge gli impone di redigere il bilancio consuntivo.

Senz'altro utile è inoltre redigere il bilancio di previsione (o preventivo) che però molti Amministratori per poca trasparenza o per negligenza non redigono.

Immaginiamo dunque che uno o entrambi di questi strumenti siano stati redatti, come si regola in funzione di essi la prescrizione in caso di inoperosità dell'organo amministrativo condominiale?

La Suprema Corte con la sentenza n. 4489 della seconda sezione civile, pubblicata il 25 febbraio 2014, ha stabilito, con fermezza, che alle spese condominiali è applicabile la disciplina dell’art. 2948 comma 4, secondo il quale la prescrizione è di cinque anni per “…tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi“, proprio come accade con il pagamento, appunto periodico, delle quote delle spese condominiali, a carico di ogni singolo condomino.
L’amministratore deve quindi esercitare l’azione per il recupero delle spese condominiali non pagate, contro i condomini morosi, entro il termine di cinque anni.

 

Questo significa che l'Amministratore ha solo cinque anni prima che i debiti condominiali si prescrivano e se ciò dovesse accadere, nulla più potrà essere richiesto ai condomini che non hanno versato le quote.

La domanda dunque da farsi è da quando scatta questo termine prescrizionale?

In un primo momento la Corte ha ritenuto perseguire l'orientamento della prima delibera, ovvero dal momento in cui l'assemblea ha deliberato la spesa. 

 

Esempio: Nel 2008 vengono approvati i lavori per rifacimento facciata. Il termine prescrizionale colpirà i crediti condominiali non esigiti e dunque salverà i debitori nell'anno 2013, oltre il quale le somme non riscosse saranno perse. 

In un secondo momento con una recente sentenza del 2014, la Corte ha mutato orientamento, prevedendo che il termine da cui far partire il termine prescrizionale sia quello in cui l'assemblea ha deliberato lo stato di riparto.

Le cose cambiano eccome perchè riprendendo l'esempio precedente la situazione muta radicalmente.

 

Esempio: Nel 2008 vengono approvati i lavori per rifacimento facciata. Per motivi economici o sulla realizzazione dell'opera solo nel 2011 finalmente l'Amministratore ripartisce la spesa prevista tra i condomini che l'approvano. Il termine prescrizionale muterà ed infatti colpirà i crediti condominiali non esigiti e dunque salverà i debitori solo nell'anno 2016, oltre il quale le somme non riscosse saranno perse. 

Dunque come si può vedere la nuova disciplina consente un allungamento dei termini prescrizionali e garantisce un'arma in più verso i condomini che non pagano.

 

 

Hai trovato utile questa consulenza? Sostieni la nostra attività con una libera donazione! :)
(clicca su immagine sottostante)

 

 

 

 

Comments:

Commenti   

0 #2 Amm.Fiasconaro Nicolas 2015-05-25 08:01
Citazione mariano:
Se il debito si prescrive dopo i 5 anni cosa succede se:
2006 delibera per lavori ristrutturazione,
2008 ultimazione lavori
2010 vendita appartamento
2014 l'impresa richiede il mancato pagamento di una fattura.
Chi paga ???????




Salve,
se la delibera con relativo riparto è stata approvata nel 2006, i debiti vengono colpiti da prescrizione nel 2011, e nulla più potrà essere richiesto. Sempre che non siano intervenute azioni volte a sospendere il decorso prescrizionale quali lettere di messa in mora o diffide ad adempiere.


Cordiali saluti.

Amm. Fiasconaro Nicolas
Citazione
0 #1 mariano 2015-05-21 17:46
Se il debito si prescrive dopo i 5 anni cosa succede se:
2006 delibera per lavori ristrutturazione,
2008 ultimazione lavori
2010 vendita appartamento
2014 l'impresa richiede il mancato pagamento di una fattura.
Chi paga ???????
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Le ultime sentenze sul condominio

  • Quali volumi edilizi non possono ritenersi “tecnici” ∨
  • Differenza fra “pergolato” e “tettoia” ∨
  • Preliminare e provvigione agente immobiliare ∨
  • Per la Cassazione gridare di notte è reato ∨

N. 00357/2015REG.PROV.COLL.

N. 04109/2006 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

N. 00825/2015REG.PROV.COLL.

N. 05739/2013 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

Civile Sent. Sez. 3 Num. 923 Anno 2017 Presidente: SPIRITO ANGELO Relatore: VINCENTI ENZO Data pubblicazione: 17/01/2017

SENTENZA

sul ricorso 18090-2011 proposto da: CARDINALE CLAUDIA ( Omissis

… Read More

Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 26 ottobre 2016 – 14 febbraio 2017, n. 6882 Presidente Carcano – Relatore Rosi Ritenuto in fatto 1. Con sentenza del

… Read More

Circuito pubblicitario Studio Fiasconaro

Betting site http://pbetting.co.uk more info for Paddy Power Offers

Il sito Studio Fiasconaro utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine. Per avere maggiori informazioni clicca sul link "privacy policy". Cliccando su "Agree" si accettano i cookie ed il messaggio non comparirà più. Cordiali saluti. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information