Domenica, Febbraio 28, 2021

Adesione Studio Fiasconaro al Cashback 10%

Adesione Studio Fiasconaro al Cashback 10%

Andiamo alla scoperta del cashback del 10%.
Informazione diretta a tutti i nostri clienti riguardo all’opportunità di avere un rimborso del 10% sulle spese sostenute di consulenza.

 

La legge di bilancio del 2020 emanata dal Governo guidato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha previsto la possibilità di un rimborso delle spese sostenute presso esercenti e professionisti del 10%.

“Regolamento recante condizioni e criteri per l’attribuzione delle misure premiali per l’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici”. Decreto 24 novembre 2020, n. 156 del Ministero dell'Economia e delle finanze .

 

Cosa è il cashback del 10% ?

 

La legge di bilancio del 2020 ha introdotto un nuovo strumento volto alla lotta all’evasione fiscale. Lo scopo perseguito è quello di garantire la tracciabilità dei sistemi di pagamento e quindi dell’analisi di come circola la moneta nel nostro paese. Come sappiamo negli ultimi anni si è puntato sempre di più nel favorire l’emersione del c.d. sommerso, ovvero tutta quella economia circolante che è invisibile all’Agenzia delle Entrate. Non potendo essere vista dallo Stato non può essere tassata. Questo si concretizza in un arricchimento di chi pratica quest’attività elusiva, in quanto non subisce la tassazione statale, ma anche in un danno a carico di tutti gli altri contribuenti che invece subiscono la tassazione statale.

Chi aderisce al programma in parola ha diritto a un rimborso, quantificato in misura percentuale, per ogni singola transazione di acquisto eseguita tramite strumenti di pagamento elettronici.

Lo scopo perseguito dalla legge, la sua ratio, quindi è proprio quello di palesare i movimenti di denaro e conseguentemente scovare chi prima non fatturava o chi era estraneo al sistema fiscale dell’Agenzia delle Entrate. Puntando proprio sulla leva del rimborso si ha un duplice effetto: da un lato la richiesta espressa dell’acquirente di pagare tramite metodi tracciabili, dall’altro lato la volontà dell’esercente di fornire una ulteriore possibilità per non essere escluso dal mercato.

 

Come funziona il cashback del 10% ?

 

Una volta chiarito lo scopo, cerchiamo di capire meglio come funzionerà questo rimborso del 10%. La procedura per chi effettuerà gli acquisti si esplica in una duplice fase: a) una prima fase di registrazione ad una piattaforma stabilita dallo Stato (App.IO) e nel caricamento delle carte di pagamento (di debito, di credito, bancomat ecc…) che saranno utilizzate per effettuare per l’appunto i pagamenti.

Chi intende aderire al programma deve procedere a registrare, nell'APP IO, ovvero nei sistemi messi a disposizione da un “issuer” convenzionato (cioè il soggetto che ha concluso un accordo col pagatore per la fornitura di uno strumento di pagamento elettronico e che abbia sottoscritto una convenzione con la PagoPA S.p.A., ovvero il soggetto che abbia sottoscritto con la PagoPA S.p.A. una convenzione per potere mettere a disposizione dei propri clienti, in alternativa all'APP IO, un sistema per l'adesione al Programma): il proprio codice fiscale; gli estremi che identificano uno o più strumenti di pagamento elettronici che impiegherà per effettuare gli acquisti.

b) una seconda fase che riguarda il monitoraggio dell’App.IO. Una volta effettuata tutta la procedura dall’applicazione stessa si potranno vedere le carte di pagamento caricate ed il saldo del rimborso (cashback) fino a quel momento raggiunto.

L’applicazione è molto utile perché aggiorna il saldo circa ogni 2-3 giorni dopo che sono stati effettuati dei pagamenti. Questo aiuta nel monitorare le operazioni svolte e a capire anche quali negozi hanno o meno aderito alla promozione del rimborso del 10% (c.d. negozi convenzionati).

 

Quali sono i problemi del cashback 10%?

 

Prima di inoltrarci nei problemi che sono stati evidenziati al lancio del cashback, bisogna chiarire come si svolgono i pagamenti. Ogni carta di pagamento, infatti, si appoggia ad un circuito di pagamento, attraverso il quale vengono trasferiti i fondi da un conto di partenza ad un conto di destinazione.

Come in parte abbiamo anticipato il cashback fin dal suo esordio ha dato alcuni problemi, relativamente proprio ai pagamenti accettati ed alle carte utilizzate. Questo si è verificato, da un lato, perché il gestore PagoPa non aveva ancora stretto accordi con tutti i circuiti di pagamento (es: Maestro) in riferimento ad esempio ai pagamenti con bancomat che si appoggiavano a due circuiti, creando confusione nel tracciamento ai fini del rimborso.

E dall’altro lato perché affinchè il tutto funzioni regolarmente, l’adesione al programma di rimborso del 10% deve essere effettuata non solo dall’acquirente ma anche dal venditore. Questo è stato un elemento che non è stato adeguatamente pubblicizzato. La conseguenza è stata che molti negozi o attività non avendo aderito al programma non consentivano ai loro acquirenti di poter usufruire del rimborso del 10%.

Suggerimento: per chi utilizza il Bancomat che si appoggia a 2 circuiti (evidenziabile dai loghi in basso a destra della carta stessa), per far in modo che i pagamenti siano sempre accettati senza correre rischi che il pagamento non sia contabilizzato nell’APP.IO, sarà sufficiente pagare inserendo il bancomat e digitando il PIN. Quindi evitando di utilizzare la modalità “contactless” si riuscirà a superare l’ostacolo delle diverse problematiche prima evidenziate.

Per quanto riguarda i periodi di riferimento bisogna tenere presente che il programma, allo stato attuale, si sostanzia di 3 fasi a partire da Gennaio 2021:

1. Agli aderenti al programma è attribuito un rimborso in misura percentuale per ogni transazione regolata con strumenti di pagamento elettronici, alle condizioni e nei limiti di cui al presente articolo. 2.
La misura del rimborso di cui al comma 1 è determinata con riferimento ai seguenti periodi:
a) 1° gennaio 2021 - 30 giugno 2021;
b) 1° luglio 2021 - 31 dicembre 2021;
c) 1° gennaio 2022 - 30 giugno 2022.

 

Lo Studio Fiasconaro aderisce al cashback del 10%

 

Una volta effettuata una panoramica dell’intero programma di rimborso del 10%, giungiamo, quindi, alla comunicazione riguardante lo Studio Fiasconaro. A partire da Gennaio 2021 si è aderito al programma di rimborso del 10% con una convenzione tra il POS in possesso e l’ente che lo gestisce. Questo consentirà a tutti i clienti di poter usufruire del rimborso del 10% a prescindere da quale carta venga utilizzata.

Quali acquisti sono validi?
Sono validi tutti gli acquisti in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti effettuati tramite un dispositivo fisico di accettazione (es. pos).

Non sono validi:
- gli acquisti effettuati online;
- gli acquisti effettuati nell’ambito di qualsiasi attività d’impresa, professionale o artigianale;
- gli acquisti effettuati fuori dal territorio nazionale, ivi inclusi quelli effettuati nella Repubblica di San Marino e nello Stato della Città del Vaticano;
- gli acquisti presso gli esercenti che dispongono di un dispositivo di accettazione di carte e app non ancora convenzionato

 

Conclusioni sul Cashback 10%

 

In un paese in cui l‘evasione fiscale è altissima, aggirandosi intorno a centinai di miliardi, lo scopo della legge è ben palesato a tutti. Vedremo se questo tipo di intervento apporterà dei risultati tangibili. Infine non va dimenticato che la normativa prevede anche ulteriori effetti premiali.

Puoi ricevere il Cashback se sei maggiorenne e risiedi in Italia. In famiglia, ogni componente maggiorenne può partecipare, e i rimborsi possono essere cumulati.

E’ inoltre previsto il Super Cashback per ogni semestre: un ulteriore rimborso di 1.500€ per i primi 100.000 partecipanti che abbiano effettuato il maggior numero di acquisti nei sei mesi, senza tener conto degli importi spesi. Puoi ricevere fino a 3.000€ l'anno.

 

 

Hai trovato utile questa consulenza? Sostieni la nostra attività con una libera donazione! :)
(clicca su immagine sottostante)
donazione studio fiasconaro

 

 

 

 

 

Lascia un tuo commento:

ATTENZIONE:
Da Ottobre 2016 tutti i commenti aventi ad oggetto un quesito saranno considerati come "Consulenza Gratuita" secondo le regole che potete consultare nel menù "Consulenze -> Fai la tua Domanda".
Se avete bisogno di una "Consulenza certificata" potrete richiederla sempre secondo le regole indicate nel menù "Consulenze -> Fai la tua Domanda".
Grazie!

Comments:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Le ultime sentenze sul condominio

  • Quali volumi edilizi non possono ritenersi “tecnici” ∨
  • Differenza fra “pergolato” e “tettoia” ∨
  • Preliminare e provvigione agente immobiliare ∨
  • Per la Cassazione gridare di notte è reato ∨

N. 00357/2015REG.PROV.COLL.

N. 04109/2006 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

N. 00825/2015REG.PROV.COLL.

N. 05739/2013 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

… Read More

Civile Sent. Sez. 3 Num. 923 Anno 2017 Presidente: SPIRITO ANGELO Relatore: VINCENTI ENZO Data pubblicazione: 17/01/2017

SENTENZA

sul ricorso 18090-2011 proposto da: CARDINALE CLAUDIA ( Omissis

… Read More

Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 26 ottobre 2016 – 14 febbraio 2017, n. 6882 Presidente Carcano – Relatore Rosi Ritenuto in fatto 1. Con sentenza del

… Read More
Betting site http://pbetting.co.uk more info for Paddy Power Offers

Il sito Studio Fiasconaro utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine. Per avere maggiori informazioni clicca sul link "privacy policy". Cliccando su "Agree" si accettano i cookie ed il messaggio non comparirà più. Cordiali saluti. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information